I maestri spirituali e la gerarchia planetaria

Maestri spirituali e gerarchia planetaria

Troppo spesso nel linguaggio comune, vengono utilizzate molto semplicisticamente parole come guru, illuminato, maestro. L’uomo ordinario non sa che in realtà questi termini hanno un significato ben preciso e spesso vengono utilizzati in maniera troppo generica. Per capire il vero significato di queste parole è però necessario comprendere alcune cose. Ogni monade, attraverso l’anima, discende nella materia per fare delle esperienze, evolversi e risalire verso i cieli da cui proviene, arricchita e trasformata da queste stesse esperienze.

Chi sono i maestri spirituali?

Dopo molte incarnazioni può raggiungere la liberazione dai tre piani inferiori: fisico, astrale e mentale. A questo punto l’uomo è pronto ad intraprendere la strada del ritorno verso la Fonte Divina, la risalita verso la casa del Padre, che tecnicamente significa raggiungere diverse iniziazioni. I Maestri Spirituali sono coloro che hanno varcato la soglia della quinta iniziazione e sono completamente liberi dai condizionamenti della materia e dei tre piani inferiori.

Esiste quindi una gerarchia planetaria ben precisa in cui ogni uomo corrisponde ad un grado specifico. I Maestri Spirituali, come abbiamo già accennato, sono uomini che hanno raggiunto la quinta iniziazione, hanno superato il conflitto con la personalità e quindi non hanno più bisogno di un corpo fisico. Per questo non possono esserci Maestri sulla terra, i veri Maestri Spirituali sono disincarnati. Alcuni di essi però tornano in un corpo fisico per aiutare l’umanità in questo difficile periodo. Sono comunque liberi da karma e dai condizionamenti della materia. Nonostante tutto sono stati uomini come noi che hanno fatto le loro esperienze e commesso i loro errori e proprio grazie a ciò, ora aiutano gli uomini che si trovano indietro nel percorso evolutivo.

Perciò sulla terra esistono insegnanti non Maestri. È impensabile pensare di liberare l’anima e diventare un vero iniziato, facendo dei semplici corsi a pagamento o ricevendo attestati. Il vero percorso è quello interiore in cui ogni uomo deve applicare un profondo lavoro su se stesso. Ci sono molti falsi Maestri in giro per il mondo. È quindi importante sapere che il vero maestro è una persona umile, che afferma di non essere nessuno di speciale, ma soltanto un tramite di Dio che dona il suo amore agli uomini attraverso di lui. Un vero maestro insegna l’amore con l’esempio della sua vita. Il falso maestro invece, è colui che agisce spinto dai bisogni dell’ego e dalla voglia di potere personale.

Struttura della gerarchia planetaria

Quindi la Gerarchia Planetaria comprende tutte le anime del nostro pianeta, impegnate nella realizzazione del Progetto Divino. La Gerarchia è così strutturata:

  1. Sanat Kumara
  2. I Maestri Spirituali
  3. I quattro gradi di iniziati
  4. I discepoli
  5. Gli aspiranti sul sentiero
  6. L’umanità

La Gerarchia Planetaria ha nelle sue mani il governo interno del mondo e l’intera evoluzione dell’umanità; l’amministrazione delle Leggi della Natura e la direzione dei temi del mondo.

Sanat Kumara (Il Signore del Mondo) è il capo supremo della Gerarchia. È il logos planetario e vive in un luogo chiamato Shamballa (la città degli Dei). E’ arrivato sulla terra circa 18,5 milioni di anni fa da Venere, in forma eterica, e da allora è rimasto sempre con noi. Non ha mai incarnato un corpo fisico denso, ma ha sempre agito e agisce tuttora dal suo corpo eterico.

I  Maestri Spirituali si trovano nei tre ashram di I raggio (Manu), II raggio (Bodhisattva) e III raggio (Mahachohan). Come scrive Alice Bailey in Lettere sulla Meditazione Occulta (Nuova Era, Roma, 1985), questi tre Dipartimenti della Gerarchia rappresentano i tre aspetti del Logos come si manifestano nel sistema solare: l’Aspetto Volontà o Potere, l’Aspetto Amore e Saggezza e l’Aspetto Attività o Intelligenza.

Il Manu manipola la materia e si occupa dell’evoluzione della forma, sia quella fisica densa dell’animale, del minerale, del fiore, dell’essere umano e del pianeta, sia la forma delle razze, delle nazioni, dei deva o di altre evoluzioni.

Il Bodhisattva o Istruttore del Mondo opera con la vita che evolve entro la forma, instilla idee religiose e sviluppa concetti filosofici sia negli individui che nelle razze.

Il Mahachohan, che sintetizza i quattro raggi minori, agisce sulla mente o intelligenza e, collaborando con i Suoi Fratelli, controlla l’evoluzione della mente mediante la quale lo Spirito o Sé utilizza la forma o Non-Sé.

Tutti i Maestri Spirituali sono un mezzo di qualcosa di più grande, solo la volontà divina può donare agli uomini la vera iniziazione spirituale.